PALADINPHARMA - MELATONINA E COVID19

Le melatonina, già conosciuta ai più potrebbe avere un riscontro anche in ambito infiammatorio e di protezione in caso di infezioni virali. Approfondiamo la tematica in questo articolo grazie al contributo della Divisione scientifica di Paladin Pharma.

La melatonina è un piccolo ormone prodotto dalla ghiandola pineale, già nota per i suoi benefici effetti sul ciclo sonno-veglia e il jet-lag.

Pochi sanno che questa molecola, la cui produzione endogena inizia a calare a partire dai 40 anni, è dotata di proprietà antiossidanti, anti-infiammatorie e immuno-regolatrici.

La sua azione protettiva nel caso di infezioni virali è già nota e documentata in letteratura. La melatonina ha la capacità di modulare la risposta infiammatoria e immunitaria che si verifica nelle infezioni virali, evitando che l’eccessiva attivazione di questi sistemi possa creare danni e compromettere la funzionalità di tessuti e apparati, condizione che si verifica anche in presenza dell’infezione Covid-19.

In particolare la melatonina, in caso di infezione Covid-19,  è utile ed efficace contro l’ARDS, ossia la sindrome da distress respiratorio acuto che compromette le vie respiratorie e i polmoni ed è in grado di ridurre l’attività dell’inflammasoma NLRP3 che induce un’eccessiva risposta infiammatoria.

I dati epidemiologici evidenziano che al di sotto di una certa fascia età, in cui la produzione di melatonina è presente ed elevata, l’incidenza di infezioni da Covid-19 è pressochè nulla.

La melatonina è una molecola sicura che è stata menzionata tra le 16 sostanze farmacologiche che possono essere utilizzate per favorire la guarigione dei pazienti Covid-19

Il dosaggio consigliato a titolo preventivo è di 0,5-2 mg/al giorno, mentre si può salire fino a 3-10 mg/al giorno in caso di malattia.

 

Fonte dati Video dott. Cavezzi Eurocenter Venalinfa: https://www.youtube.com/watch?v=W6ah9ZfiV-Q&feature=youtu.be

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *